Featured Post

60,000 rapes carried out by UN staff

A WHISTLE blower has claimed UN staff could have carried out 60,000 rapes in the last decade as aid workers indulge in sex abuse unchec...

Thursday, September 6, 2012

Web Index 2012


Il primo strumento di misurazione multi-dimensionale della crescita nel vasto ecosistema connesso. Ideato e realizzato dalla World Wide Web Foundation, il Web Index è stato presentato al mondo da Tim Berners-Lee, per studiare l'impatto della Rete sui tessuti socio-politico-economici del Pianeta. In un gruppo di 61 nazioni tra aree sviluppate e i cosiddetti paesi emergenti.

"Ho speso gran parte della mia vita con i miei compagni geek, nel tentativo di rendere il web uno strumento ancora più potente - ha spiegato a Londra Berners-Lee - Poi mi sono accorto che, nel frattempo, solo il 20 per cento del Pianeta lo stava utilizzando. Il Web Index permette a ciascun paese di capire cosa fare per connettere più abitanti, aiutando i governi a capire cosa fare dopo".

Chi ha vinto nel Web Index? Vince la Svezia, con lo score di 100 per un impatto massimo nelle varie aree (economica, politica, sociale, comunicazione). A seguire, gli Stati Uniti con un index di 97,31 e il Regno Unito con 93,83. Ultima posizione per lo Yemen, con un indice pari a 0. L'Italia - index di 56,45 - è al 23esimo posto, dietro Messico e Cile, davanti a Polonia, Colombia e Turchia.

Berners-Lee e la mappa del mondo connesso 6 settembre 2012


No comments:

Post a Comment

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...