Featured Post

60,000 rapes carried out by UN staff

A WHISTLE blower has claimed UN staff could have carried out 60,000 rapes in the last decade as aid workers indulge in sex abuse unchec...

Thursday, April 23, 2015

MONSANTO CAUSES CANCER




Top scientists warn the most commonly used herbicide in the world probably causes cancer! Monsanto is demanding the World Health Organisation retract their ground-breaking report. And experts say the only way to ensure the science is not silenced is if the public demands action, now. 


The regulatory system is renowned for being secretive and captured by the agro-chemical industry. But we have a unique moment right now -- the EU is officially reassessing glyphosate, with similar processes underway in the US, Canada, and Brazil. And the Netherlands, Sri Lanka, and El Salvador are all looking at a ban.

The threat is clear -- this poison is used on our food, our fields, our playgrounds, and our streets. Let's get it suspended. Join the urgent call and tell everyone: 


Monsanto is up in arms. Glyphosate is the basis of RoundUp, the chemical cornerstone of Monsanto's Genetically Modified empire, and it brings in $6 billion per year. The company says the WHO report ignored studies showing glyphosate is safe. But these scientists are 17 of the world's top oncology experts, not a bunch of crazies! They comprehensively reviewed independent studies, excluding those done by companies seeking product approval.  

Regulators rely mainly on tests done by the companies trying to sell the poisons! Key results are kept from the public because they contain 'commercially confidential information', and 58% of the scientific panels in the EU Food and Safety Agency are linked to the sector. It's nuts, but that is the system we have. And that’s why it's going to take all of us to make sure this crucial independent report isn't ignored. 

Some countries have already put bans on glyphosate. Now with the EU, the US, Canada, and Brazil all reviewing it, we have an incredible chance to turn the tide worldwide.  

Fifty years ago Monsanto's pesticide DDT was everywhere until the seminal book Silent Spring showed it could cause cancer -- a decade later it was banned. If this could be killing us, let's not let it be sold for ten more years. Let's demand emergency precautionary action now. Join now and spread the word:  


We've done it before -- we helped win a moratorium on bee-killing neonicotinoids in the EU and stop a Monsanto mega seed factory in Argentina. Now let's protect our health and make sure we aren’t being used as lab rats. This could be a breakthrough moment in the fight for the safe, sustainable agriculture our world needs.


With hope,

Bert, Marigona, Antonia, Oliver, Alice, Emily, Danny, Nataliya, Ricken and the whole Avaaz team

More information:

New study points to link between weedkiller glyphosate and cancer (FT) 

Monsanto seeks retraction for report linking herbicide to cancer (Reuters) 

Weed Killer, Long Cleared, is Doubted (New York Times) 

The Real Reason to Worry About GMOs (Mother Jones) 

Groups seek EPA glyphosate review after WHO 'carcinogenic' link (Agri Pulse)

More sources: 










"L'uomo ha perduto la capacità di prevenire e prevedere. Andrà a finire che distruggerà la Terra" Albert Schweitzer

Primavera silenziosa (titolo originale: Silent Spring) è un libro scritto da Rachel Carson e pubblicato nel settembre del 1962. Il libro è comunemente ritenuto una sorta di manifesto antesignano del movimento ambientalista e descrive con tanto di ricerche e analisi scientifiche i danni irreversibili del DDT e dei fitofarmaci in genere sia sull'ambiente che sugli esseri umani.
Il suo titolo deriva dalla constatazione del maggior silenzio nei campi primaverili, rispetto ai decenni passati, dovuto alla diminuzione del numero di uccelli canori provocato dall'utilizzo massiccio di insetticidi.

Primavera Silenziosa si focalizza sull'ambiente e sui fitofarmaci in particolare. È conosciuto come la crociata della Carson e lei lavorò su questo libro fino alla morte. La Carson esplorò le connessioni ambientali: nonostante un biocida sia finalizzato all'eliminazione di un organismo, i suoi effetti si risentono attraverso la catena alimentare, e ciò che era inteso per avvelenare un insetto finisce per avvelenare altri animali e uomini.
L'impegno di scrivere il libro richiese quattro anni e cominciò con una lettera che la Carson ricevette da un'amica. Veniva da parte di Olga Owens Huckins, dal New Englander, che possedeva una santuario per uccelli. Secondo la lettera, il santuario era stato spruzzato senza pietà dal governo. La lettera chiedeva alla Carson di usare la sua influenza con le autorità governative per avviare un'indagine sull'uso dei fitofarmaci. La Carson decise che avrebbe avuto molto più effetto parlare del problema in una rivista; gli editori non erano, però, interessati, per cui alla fine il progetto prese forma di un libro.


Ora, come autrice rinomata, poteva permettersi di chiedere (e ricevere) l'aiuto di importanti biologi, chimici, patologi e entomologi. Usò Primavera Silenziosa per creare un'associazione mentale nella gente tra la mortalità dell'ambiente naturale e l'uso spropositato di insetticidi come il dieldrin, il toxaphene e l'heptachlor. Le sue preoccupazioni riguardo alle pratiche riguardanti l'introduzione di un'enorme varietà di prodotti industriali e rifiuti negli ambienti terrestri e acquatici, nonché umani, con poco interesse alla possibile tossicità conseguente scosse l'opinione pubblica tanto quanto il mondo scientifico; "Stiamo sottoponendo intere popolazioni all'esposizione di sostanze chimiche che sono state dichiarate estremamente velenose e in molti casi con effetti cumulativi. Queste esposizioni cominciano alla nascita, se non addirittura prima, e - a meno che le cose non cambino - continuerà per tutta la vita delle persone."
Ancora prima della pubblicazione di Primavera silenziosa nel 1962, vi fu una strenua opposizione. Il Time riferisce nel 1999: "La Carson venne assalita violentemente da minacce di cause e derisione, inclusa l'insinuazione che questa scienziata così meticolosa fosse una "donna isterica" non qualificata a scrivere un libro di tale portata. Un imponente contrattacco venne organizzato e guidato dalla MonsantoVelsicolAmerican Cyanamid - come da tutta l'industria chimica - puntualmente supportata dal Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti come pure dai più cauti nel mondo dei mass media."
Scienziati dell'American Cyanamid come Robert White-Stevens (che scrisse: "Se l'uomo dovesse seguire gli insegnamenti di Miss Carson, si tornerebbe al Medioevo e gli insetti e le malattie erediterebbero ancora una volta la terra"[1]), compagnie chimiche e altri critici attaccarono i dati e le interpretazioni presenti nel libro. 
Altri andarono ancora più a fondo attaccando le credenziali scientifiche della Carson perché la sua specializzazione era la biologia marina e la zoologia, non la biochimica. Alcuni la definirono addirittura una semplice birdwatcher con troppo tempo libero che conoscenza scientifica, definendola non professionale. Una parte dei suoi oppositori la accusò addirittura di essere comunista. Inoltre, molti critici affermarono ripetutamente che lei stesse richiedendo l'eliminazione di tutti i fitofarmaci, nonostante il fatto che la Carson avesse messo in chiaro che non stava sostenendo la messa al bando o il completo ritiro dei fitofarmaci utili, ma ne stava invece incoraggiando un uso responsabile e amministrato con cautela con la consapevolezza dell'impatto delle sostanze chimiche sull'intero ecosistema. Infatti, conclude la sua sezione sul DDT in Primavera Silenziosa non invocando una totale proibizione ma con Un consiglio pratico dovrebbe essere "Spruzza il meno che ti sia possibile" piuttosto che "Spruzza al limite delle tue capacità"[2].


Houghton Mifflin venne spinto a stroncare il libro, ma non cedette. Primavera Silenziosa fu recensito positivamente da molte persone esterne al mondo dell'agricoltura e della chimica e divenne velocemente un best seller sia negli Stati Uniti che oltreoceano. Ancora una volta la rivista Time affermò che, prima di un anno circa dalla pubblicazione, "la maggior parte degli oppositori della Carson stanno velocemente tornando sulle loro posizioni. Nella loro infima campagna per portare la loro protesta ai livelli di una questione di pubbliche relazione, gli interessi delle aziende chimiche hanno solo aumentato la consapevolezza dell'opinione pubblica."[3].
L'uso dei fitofarmaci divenne una questione pubblica, soprattutto dopo un'apparizione televisiva della Carson nell'aprile 1963 in un dibattito con un portavoce di un'azienda chimica. In quello stesso anno venne eletta all'Accademia Americana delle Arti e delle Scienze e ricevette molti altri premi e onorificenze, inclusa le medaglie Audubon e Cullen della American Geographical Society.
La Carson ricevette centinaia di inviti a tenere discorsi ma non fu in grado di accettarne la maggior parte. La sua salute era cominciata a declinare da quando le era stato diagnosticato un cancro al seno quando era a metà della scrittura di Primavera Silenziosa. In una delle sue ultime apparizioni in pubblico, la Carson testimoniò di fronte alla Commissione Consultiva Scientifica del Presidente Kennedy, che aveva pubblicato una relazione nel 15 maggio 1963 nella quale appoggiava largamente le sue tesi scientifiche[4] [5].
Non visse abbastanza a lungo però per vedere la messa al bando del DDT negli USA. Morì il 14 aprile 1964 all'età di 56 anni.
Nel 1980 venne premiata con la Medaglia Presidenziale della Libertà, il più alto grado di onore civile negli USA[6].
Il Dipartimento di Protezione Ambientale e di Conservazione delle Risorse Naturali del Commonwealth ha sede a Harrisburg in Pennsylvania ed è dedicato a Rachel Carson.
Il 22 aprile 2006, per la celebrazione del Earth Day, il "Ninth Street Bridge" di Pittsburgh è stato rinominato "Rachel Carson Bridge"[7].
Tra il 1964 e il 1990, circa 260 ettari vicino Brookeville in Maryland furono acquistati e trasformati nel "Rachel Carson Conservation Park". Il fiume Hawling scorre attraverso questo parco e ci sono sentieri per passeggiate a piedi o a cavallo che passano tra i pascoli e i boschi. È amministrato dalla "Maryland-National Capital Park and Planning Commission".
A Sense of Wonder, un monologo basato sulla vita e le opere di Rachel Carson -- scritto e eseguito sul palco e sugli schermi dall'attrice Kaiulani Lee -- ha girato gli USA, il Canada, l'Inghilterra e l'Italia fin dal 1995. L'opera, composta da due atti, è ambientata nella casa estiva nel Maine della Carson e nella sua abitazione a Silver Spring dopo la pubblicazione di Primavera Silenziosa. Lo spettacolo è stato eseguito a conferenze regionali e nazionali e in più di cento università.


Ti piace?

No comments:

Post a Comment

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...